meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto -1°
Gio, 27/01/2022 - 01:50

data-top

giovedì 27 gennaio 2022 | ore 01:27

'La tua famiglia ti rende grazie'

Family 2012 - Il logo

Una melodia solenne, intensa e commovente sostiene un testo profondo, ma facile da cantare e da memorizzare, che celebra la famiglia e la Santissima Trinità.
Sono le caratteristiche de La tua famiglia ti rende grazie, l’inno liturgico ufficiale del VII Incontro Mondiale delle Famiglie scritto e musicato da don Claudio Burgio, Maestro Direttore della Cappella Musicale del Duomo di Milano.
Registrato dal Coro Cara Beltà e dall’Orchestra dell’Accademia Musica Sacra, diretti dal Maestro Diego Montrone, l’inno scandirà i giorni dell’evento, a partire dal Congresso Teologico Pastorale fino alla Santa Messa di domenica 3 giugno celebrata da Papa Benedetto XVI, e verrà cantato, a 4 voci, da tutti i Cori che parteciperanno alla “Festa delle Testimonianze” e alla Messa. Dalla Cappella Musicale del Duomo, al Coro La Verdi, dalla corale della Basilica di San Vittore di Varese ai Cantori Gregoriani di Cremona si conta che all’Aeroporto di Bresso si esibiranno oltre 1400 coristi comprese le voci delle parrocchie e dei decanati della Diocesi di Milano. Le voci saranno accompagnate dall’Orchestra La Verdi.

Il testo dell’inno, rivisto e approvato dal Cardinale Arcivescovo di Milano Angelo Scola e dal Cardinale Ennio Antonelli, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, celebra la Trinità, anche in occasione della Festa della SS. Trinità che ricorre proprio il 3 giugno prossimo. L’immagine della Trinità è espressione della famiglia intesa come soggetto di comunione e di rapporti tra padre e figlio.

Protagonista della prima strofa è il Padre: “Noi Ti preghiamo Padre dell’uomo per ogni famiglia che tu doni a noi. Noi contempliamo la Tua bellezza in ogni padre e in ogni madre”. Nel ritornello esplodono la festa e la gratitudine nei confronti del Signore: “La Tua famiglia Ti rende grazie per tutti i doni che tu le dai. Festa e lavoro, gioia e fatica, sei nostra vita Signore Gesù”. La seconda strofa ci parla del figlio: “Noi Ti preghiamo Cristo Signore. Sei fonte di gioia per l’umanità. Noi Ti chiediamo per ogni famiglia un giusto lavoro ed il pane”. Lo Spirito Santo viene celebrato nella terza parte: “Noi Ti preghiamo Spirito Santo. Questa Tua Chiesa guida sempre. Noi Ti invochiamo. Sei nostra pace, festa di vita, gioia piena”. La strofa successiva affronta in tema della famiglia nella prova: “Noi Ti preghiamo Tu nella prova sei nostro aiuto. Ci sostieni. Noi supplichiamo forza e perdono per i tuoi figli sei conforto”.

L’ultima strofa è dominata dalla famiglia in senso escatologico: l’immagine umana della famiglia viene proiettata verso il Regno di Dio. “Noi Ti preghiamo, venga il Tuo Regno l’umana famiglia già Ti attende. In Te speriamo Figlio Amato, Signore Glorioso, nostra Pasqua”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi