meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 13°
Ven, 30/09/2022 - 16:50

data-top

venerdì 30 settembre 2022 | ore 17:21

Il dottor Restelli, medico e amico

Una targa è stata scoperta, stamattina, all'ospedale di Legnano, dedicata proprio a lui. Il ricordo commosso di colleghi, amici e familiari.
Legnano - Nel ricordo del dottor Restelli

Cerimonia carica di emotività, stamane, all'ospedale di Legnano, dove alla presenza della dottoressa Carla Dotti, direttore generale dell'azienda ospedaliera, dirigenti, medici e personale infermieristico è stata scoperta una targa dedicata alla memoria del dottr Luigi Restelli, responsabile dell'Unità Operativa di Anestesia I del nosocomio legnanese, scomparso improvvisamente quattro anni fa. Una morte che ha lasciato sgomenti tutti i colleghi e amici e che oggi è stata ricordata con una cerimonia particolarmente sentita. Nelle parole degli intervenuti, la stessa dottoressa Dotti, il cappellano don Lodovico, il professor Seveso, il professor Pellerin, la dottoressa Todaro, i ricordi di tanti momenti che qualificano ancora una volta l'aspetto professionale del dottor Restelli, ma soprattutto quella umanità che ne ha fatto un esempio indimenticabile. Durante lo scoprimento della targa è stata ricordata spesso la sua capacità di farsi maestro dei colleghi più giovani, che trovavano in lui un valido e costante punto di riferimento, non solo professionale, come detto, ma pure umano. Un aspetto particolare ha avuto, altresì, la sua vivacità espressiva, attraverso la passione per la musica e la chitarra, la tenerezza d'animo la decisione operativa. "Sempre in prima linea - ha affermato Pellerin - Gigi era più rapido nel fare egli stesso piuttosto che indicare agli altri come agire. Era sicuramente una persona alla quale poter affidare la propria vita con la massima tranquillità". Raffaella, la moglie presente con il figlio Alessandro, ha ringraziato per questa testimonianza di amicizia con poche, ma commosse parole: "Non è soltanto una targa - ha affermato - bensì il memoriale di una persona che, a distanza di quattro anni dalla sua scomparsa, ha fatto riemergere il ricordo delle nostre rispettive relazioni con lui".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi