meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 30°
Mer, 19/06/2024 - 15:50

data-top

mercoledì 19 giugno 2024 | ore 16:33

“Io rispetto il ciclista”

Per le vie di Busto la nuova campagna di sensibilizzazione “Io rispetto il ciclista”, che si sta diffondendo in tutta Italia.
Busto Arsizio - La presentazione della campagna

Per le vie di Busto la nuova campagna di sensibilizzazione “Io rispetto il ciclista”, che si sta diffondendo in tutta Italia: la presentazione nel corso del convegno “La strada è di tutti”, promosso dall’Amministrazione comunale con gli assessorati alla Mobilità sostenibile e allo Sport, in collaborazione con la Fondazione Michele Scarponi, dedicata al noto ciclista professionista ucciso sulla strada durante un allenamento.
La campagna invita a prestare attenzione alla sicurezza dei ciclisti attraverso l’installazione lungo le strade più trafficate di cartelli che indicano proprio la presenza di ciclisti e la distanza (un metro e mezzo) da mantenere quando si effettua il sorpasso di una bicicletta.

Si tratta di un primissimo passo che potrà contribuire a far crescere la cultura della sicurezza e del rispetto degli utenti deboli della strada: come evidenziato da tutti i relatori - Marco Scarponi, fratello di Michele, Roberto Damiani e Stefano Zanini, direttori sportivi di squadre professionistiche, Stefano Oldani, ciclista professionista, nato a Busto, appena rientrato dal Giro d'Italia, l’architetto Giovanni Mandelli e la presidente del consiglio comunale Laura Rogora – è proprio la mancanza dell’educazione alla sicurezza la principale causa dei tantissimi incidenti che coinvolgono i ciclisti.

Tra le altre possibili iniziative per cercare di limitare il numero, davvero terribile, delle vittime, la riduzione della velocità nelle città con l’inserimento di aree a 30 km/h, l’aumento delle piste ciclabili, possibilmente più lineari, la realizzazione di interventi strutturali sulle strade che mettano al centro le persone.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento