meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 23:20

data-top

domenica 05 dicembre 2021 | ore 06:36

A Marcallo apre la 'Casa dell'Acqua'

Marcallo - La casa dell'acqua

Nel segno della continuità con la precedente amministrazione continuano e si completano i progetti sempre attenti all’ambiente ed al benessere dei cittadini. La Casa dell’acqua sarà inaugurata in piazza Macroom domenica 7 febbraio e certamente diventerà un ulteriore servizio di qualità per i cittadini di Marcallo con Casone e non solo, infatti è possibile usufruire dell’erogatore anche per i non residenti nella quantità di un bicchiere, è sufficiente premere il pulsante per avere acqua fresca, gassata o naturale. Il distributore fornito di tre erogatori, di cui due sono a disposizione dei residenti a Marcallo con Casone, per le quantità necessarie, funzionano esclusivamente inserendo la CRS e forniscono acqua gassata e naturale; si prevede un’erogazione settimanale, basata su uno studio dei consumi, di 6 litri di acqua gassata e 8 litri di naturale pro capite (adulti e bambini). “L’iniziativa si colloca in un progetto di rispetto di una risorsa indispensabile come è l’acqua e di un metodo di approvvigionamento ecologico perché di fatto si riducano i trasporti di bottiglie di plastica, a vantaggio dell’ambiente e di costi di smaltimento rifiuti - dichiara il sindaco Massimo Olivares – Per quanto riguarda la struttura si tratta di un piccolo manufatto in muratura che ospiterà l’impianto tecnologico e gli erogatori dell’acqua, collocato sotto un piccolo portico con panchine, direttamente accessibile al pubblico. La struttura fungerà anche da centro di aggregazione oltre ad inserirsi al meglio all’interno di un contesto, quello della piazza Macroon, consolidato ed esteticamente piacevole”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento