meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 10°
Gio, 29/02/2024 - 09:20

data-top

giovedì 29 febbraio 2024 | ore 10:26

Cucina italiana, patrimonio Unesco

"La Lombardia, prima regione agricola e agroalimentare italiana, plaude alla decisione del Governo di candidare la cucina italiana a patrimonio dell'umanità Unesco".
Attualità - Cucinare (da internet)

"La Lombardia, prima regione agricola e agroalimentare italiana, plaude alla decisione del Governo di candidare la cucina italiana a patrimonio dell'umanità Unesco". Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commenta la proposta annunciata dal Governo. "Proprio la Lombardia e tutte le altre regioni del nostro Paese - aggiunge Fontana - sono la testimonianza concreta di come la 'buona tavola' sia un ambasciatore vincente del made in Italy nel mondo". Soddisfazione anche da parte dell'assessore regionale all'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste, Alessandro Beduschi: "È una grande opportunità per affermare che il nostro mondo agricolo, alimentare ed enogastronomico è il miglior biglietto da visita dell'Italia nel mondo. Ottenere questo risultato va oltre al valore simbolico, perché significa dare ulteriore spinta alla promozione dei prodotti e alla difesa della nostra tipicità". "In Italia e in Lombardia possiamo fregiarci dei migliori prodotti del mondo e questa candidatura, oltre che un piacere, è uno stimolo e un dovere a fare ancora meglio per supportare gli sforzi di chi tutti i giorni lavora per offrire l'eccellenza italiana e lombarda". Sul tema interviene anche l'assessore alla Cultura, Francesca Caruso: "La cucina italiana è un vero viaggio nella cultura del nostro Paese. Un vero e proprio 'itinerario del gusto' ricco dei sapori che rappresentano l'identità dei territori di origine: ogni piatto ha un legame indissolubile con la storia dei nostri luoghi e della nostra comunità".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi