meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 29°
Mer, 06/07/2022 - 20:50

data-top

mercoledì 06 luglio 2022 | ore 21:56

Ma che brutto Milan...

I rossoneri fuori dalla Champions League con un secco 4 - 0
Sport - Il Milan delude e esce (Foto internet)

Fuori anche il Milan. Dopo la Fiorentina (martedì sera), ieri anche i rossoneri hanno dovuto salutare in anticipo la Champions League. I ragazzi di mister Leonardo sono, infatti, stati battuti con un secco 4 - 0 dall'inossidabile Manchester United di sir Alex Ferguson che, ancora una vola, l'ennesima, non ha fallito uno degli appuntamenti più importante della sua stagione. Davvero brutto il Milan sceso in campo, con i suoi elementi di spicco che non hanno saputo dare la giusta qualità e grinta. Difficile, pertanto, salvare qualcuno in una notte da dimenticare... Forse più di tutti ha svolto il suo compito Thiago Silva, anche lui, comunque, sotto tono rispetto alle aspettative, poi Beckham, entrato, dicono in molti, troppo tardi, Pirlo e Flamini, almeno in una fase del match. Bocciati i più attesi: da Ronaldinho, a Boriello, allo stesso Huntelaar, passando per Ambrosini, Bonera e Jankulovski. E' vero che il Milan ha dovuto rinunciare a elementi importanti (Pato e Nesta su tutti), ma questa non vuole e non deve essere, soprattutto, una scusante alla brutta prova. Da 10, invece, la gara del Manchester United, con Ferguson che non ha, praticamente, sbagliato quasi nulla, sia nelle scelte iniziali, sia nel corso della partita. Straordinario Rooney, ad oggi, molto probabilmente, l'attaccante più forte e completo del mondo, super anche Park e Neville, così come Nani, Valencia e il veterano Scholes. Nel complesso, comunque, buona la prova di tutto il gruppo. Ma il Milan, è bene ricordarlo, non è l'unica 'big' a piangere. Anche il Real Madrid si è dovuto confrontare con la triste realtà dell'eliminazione anticipata, ad opera del Lione. Questo a dimostrazione che, nel calcio e nello sport, non sempre servono tanti soldi per ottenere risultati. E' bufera, quindi, in casa Real, con il tecnico Pellegrini che sembra essere ormai vicino all'addio (se non subito, di certo, a fine stagione). Una sconfitta pesante e che brucia ancora di più considerando il fatto che la finale della coppa dalle grandi orecchie quest'anno si gioca, proprio, a Madrid.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi