meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 02/12/2020 - 05:50

data-top

mercoledì 02 dicembre 2020 | ore 06:36

Papa Francesco è a Panama

Con l'inizio della Giornata Mondiale della Gioventù anche il Santo Padre ha raggiunto i giovani del mondo.
Panama - Giovani in attesa del passaggio di Papa Francesco

Dopo un volo di quasi 13 ore, viaggiando per 9,500 km a bordo di un Airbus A330 della compagnia aerea Alitalia, Papa Francesco è atterrato questo pomeriggio alle 16:16 ora locale (22:16 ore di Roma), all'Aeroporto Internazionale di Tocumen a Panama, dove lo attendevano già fedeli che occupavano i 2500 spazi che erano stati previsti.
Qualche minuto dopo, alle 16.34, Papa Francesco è sceso dall’aeromobile per essere accolto dal Presidente della Repubblica di Panama, Juan Carlos Varela, e da sua moglie, la sig.ra Lorena Castillo. Come segno di benvenuto, due bambini panamensi, vestiti con costumi tradizionali, hanno offerto fiori a Papa Francesco, mentre un gruppo di giovani ha dato colore alla cerimonia con le loro danze tipiche.
Durante una cerimonia semplice, nella quale non si sono tenuti discorsi, è stato suonato l'inno della città dello Stato del Vaticano e poi l'inno nazionale della Repubblica di Panama, sono stati presentati i membri delle delegazioni ed è stata scattata la foto ufficiale.
Tra le autorità ecclesiastiche erano presenti tra gli altri, il card. Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, Nunzio Apostolico a Panama, Mons. Adamczyk Miroslaw, Cardinale José Luis Lacunza, Arcivescovo di Panama, Mons. José Domingo Ulloa, tra gli altri.
Papa Francesco, con tutta la sua semplicità, ha messo da parte il protocollo e ha preso tempo per salutare molti dei partecipanti e benedire alcuni bambini.
Al termine della cerimonia il Papa, insieme al vescovo Ulloa, è salito su una vettura chiusa che lo ha condotto in un luogo dove lo aspettava la Papamobile, che lo ha portato alla Nunziatura Apostolica.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi