meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Gio, 21/11/2019 - 05:50

data-top

giovedì 21 novembre 2019 | ore 06:25

Come evolve la politica...

Attualità - Mario Monti in conf. stampa (da internet)

La scelta di Mario Monti di #salireinpolitica, forse ancor più che la nuova 'discesa' in campo di Silvio Berlusconi, agita i partiti ed i movimenti. Se al momento si parla molto di cosa potrà accadere a livello nazionale, con il rimescolamento delle personalità e dei ruoli all'interno del panorama dei partiti. La vittoria del candidato del PD Pierluigi Bersani rimane al momento l'ipotesi più probabile, ma al contempo bisognerà attendere almeno un paio di settimane per capire se la nuova formazione centrista guidata da Mario Monti raggiungerà un peso tale da comunque incidere (soprattutto al Senato) sul futuro Governo. Mentre Grillo corre da solo e certamente gioverà delle incertezze dei partiti storici e del malcontento popolare, i veri interrogativi vengono dal centro-destra. Con ripercussioni anche in vista delle elezioni della Regione Lombardia.
L'alleanza tra Pdl e Lega Nord è un eterno tira e molla che su scala nazionale difficilmente potrebbe portare a una vittoria, in ambito locale tutto si complica. Contattando in queste ultime settimane esponenti amministrativi e cittadini tesserati nel centro destra appare infatti molto complesso che un elettore Pdl voti Roberto Maroni in Regione, così come è improbabile che un elettore leghista torni a votare Silvio Berlusconi in ottica nazionale. Ecco che anche qui, quindi, il vantaggio di Ambrosoli in vista delle regionali appare sempre più significativo. Rimane da capire quanto, eventualmente, possa 'pesare' la scheggia Gabriele Albertini.
L'evoluzioni è molto rapida e noi cercheremo di seguirla e aggiornarvi costantemente, dando libero spazio, sul nostro portale, a tutte le posizioni che vorranno contattarci.

Rispondi