meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 30°
Sab, 15/08/2020 - 14:20

data-top

sabato 15 agosto 2020 | ore 15:16

CUS: c'è voglia di sport

Non si è fatto trovare impreparato il CUS Milano all’avvio della 'Fase 2' dell’emergenza Coronavirus, organizzandosi in tempi rapidi per dare risposte concrete.
Sport - CUS Milano (Foto internet)

Non si è fatto trovare impreparato il CUS Milano all’avvio della 'Fase 2' dell’emergenza Coronavirus, organizzandosi in tempi rapidi e potendo così fornire una risposta concreta alla voglia di sport che ha preso piede a Milano dopo la fine del lockdown. A partire dal 4 maggio hanno riaperto le due piste di atletica gestite dal CUS Milano, nel centro sportivo XXV Aprile e nel Bicocca Stadium. Queste due piste di atletica al momento sono le uniche due aperte in città, motivo per il quale tantissimi atleti di livello nazionale hanno scelto gli impianti CUS Milano per la ripresa dei loro allenamenti. Via libera in Regione Lombardia alla pratica del tennis e nello scorso fine settimana i campi dei centri sportivi sono andati ‘sold out’. Dal XXV Aprile al PalaCUS Idorscalo, un tutto esaurito che testimonia la voglia di tornare a praticare attività fisica individuale. Nel rispetto delle disposizioni regionali, l’affitto dei campi è stato possibile solo su prenotazione: ogni slot disponibile è stato prenotato dai tanti sportivi milanesi. Alle stelle anche la voglia di tornare a nuotare. Con le piscine chiuse almeno fino al prossimo 1 giugno, sono diverse le richieste arrivate per praticare nuoto all’Idroscalo. Milano lentamente riparte, con la voglia di fare sport al centro di tutto. E il CUS Milano ha deciso di accettare la sfida, facendosi trovare pronto a dare risposte concrete, garantendo la massima sicurezza.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi