meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 24°
Mer, 24/05/2017 - 21:20

data-top

mercoledì 24 maggio 2017 | ore 21:42

Igor... è scudetto

La Igor Gorgonzola Novara ha vinto il suo primo campionato. Una stagione indimenticabile con una finale straordinarie per le ragazze di mister Marco Fenoglio.
Sport - La Igor Gorgonzola Novara ha vinto lo scudetto

Dopo anni di tentativi, la Igor Gorgonzola Novara è riuscita ad aggiudicarsi il primo campionato di massima serie della sua storia. La squadra, che milita in A1 dalla stagione 2013-2014 (a distanza di undici anni dalla prima volta nella massima categoria), aveva disputato la finale scudetto già nella stagione successiva; sconfitta da Casalmaggiore proprio a Novara, aveva comunque chiuso positivamente l’annata aggiudicandosi la Coppa Italia. La finalissima di quest’anno è stata, senz’altro, uno scontro inedito: a contendere lo scudetto alla Igor, infatti, c’era una Liu Jo Modena rivoluzionata dalla fusione con la società piacentina. Le due formazioni avevano eliminato in semifinale e in sole due partite (al meglio delle tre) le favorite Pantere della Imoco Volley Conegliano, campionesse in carica, e le altrettanto quotate ragazze di Caprara della Pomì Casalmaggiore, scontratesi proprio con la Igor. Si tratta del coronamento, per Novara, di una stagione non perfetta, ma senz’altro vissuta fino in fondo, con la testa e con il cuore, da una formazione di una certa esperienza, fatta di molte over 30 con tanta fame di conquistare qualcosa di prezioso. La vittoria è arrivata grazie alle “solite”: le colonne di Novara Chirichella, Bonifacio, Sansonna, Barun (tornata alla Igor dopo una stagione a Bergamo), ma anche l’intrambontabile Francesca Piccinini, sì colonna, ma dell’intera pallavolo femminile italiana. Nonché ad una buona campagna acquisti, che ha fatto arrivare nella città piemontese le tre olandesi (per il volley di oggi paragonabili ai tre olandesi del Milan) Plak, Dijkema e Pietersen. Senza dimenticare la tenacia dell’allenatore Marco Fenoglio e del suo secondo di quest’anno Stefano Micoli.