meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 19°
Mar, 30/05/2017 - 00:50

data-top

martedì 30 maggio 2017 | ore 01:02

"Disinformazione sui passi carrai"

Inveruno - Il palazzo Municipale

Rinviare tutti i punti di Consiglio Comunale relativi al bilancio di previsione pluriennale, fondamentale documento contabile di programmazione e controllo per il Comune. Succede ad Inveruno.
Già, perché il Sindaco Sara Bettinelli e la sua Amministrazione Comunale, solo grazie alle insistenze dei consiglieri comunali di Lega Nord e Forze Popolari per Inveruno e Furato che, sulla questione della tassa sui passi carrai, argomento posto alla nostra attenzione nella mattinata di sabato 1° aprile nel corso di una Commissione, hanno tirato fuori la verità.
I fatti. In Commissione ci viene comunicato che l’Amministrazione deve provvedere al recupero di questa tassa e per questo è già pronta a incassare, dal bilancio con approvazione prevista in Consiglio l’8 aprile, ben 560.000 euro di nuove imposte nei prossimi tre anni.
Quanto raccontato non ci appare chiaro e men che meno gli atti che ci vengono messi a disposizione, incompleti e discordanti, motivo per cui chiediamo di ricercare i vecchi documenti negli archivi storici del Comune e, al contempo, un incontro con il Segretario Comunale per la serata del 6 aprile, occasione in cui la verità emerge in tutta la sua evidenza.
Arriva la conferma: si tratta dell’ennesimo pasticcio della giunta Bettinelli, costretta a rinviare i punti sul bilancio previsionale del Consiglio Comunale di sabato 8 aprile in quanto non sarà più possibile né applicare né richiedere gli arretrati della tassa sui passi carrabili.
Infatti, una delibera di Consiglio Comunale datata 1997 e voluta dall’allora Sindaco Luigi Garavaglia, saltata fuori grazie alle pressioni della Lega Nord e di Forze popolari, ha previsto che il tributo non avrebbe dovuto essere applicato sia per quell'anno e nemmeno per il futuro. In questo modo, sono venuti a mancare sia i presupposti sia per richiedere gli arretrati, sia quelli per richiedere il tributo per il 2017, 2018 e 2019 come già messo a bilancio di previsione.
I documenti vanno sistemati, occorre aggiornare il regolamento e la questione viene totalmente rinviata al Consiglio Comunale del 22 aprile, sempre che la giunta Bettinelli riesca a trovare le coperture al buco di bilancio apertosi, appunto, dall'impossibilità di applicare l'assurda tassa sui passi carrai.
Insomma, un pasticcio in piena regola di cui la responsabilità ricade su chi ha la delega al bilancio, ossia lo stesso Sindaco Bettinelli.
COMUNICATO STAMPA
Lunedì 10 aprile 2017
Peraltro non è la prima volta che l’Amministrazione Bettinelli inciampa in tema di bilancio: già nel 2014, in occasione dell’introduzione della Tasi, era arrivata impreparata sui banchi del Consiglio. La delibera con le tariffe era pronta, ma si era scordata il regolamento necessario per applicarla.
Alla luce di quanto accaduto, crediamo che gli inverunesi e i furatesi meritino un governo cittadino competente e preparato, che sia in grado di governare Inveruno nel miglior modo possibile, non un gruppo capace di agire solo con estrema superficialità come dimostrato in questa occasione.
Noi consiglieri siamo scioccati di come, con facilità e leggerezza, l’Amministrazione in carica era nuovamente pronta a mettere le mani nelle tasche dei cittadini. Ma le carte parlano chiaro. Il Sindaco meno, dato che su alcuni giornali ha raccontato solo mezze verità alla gente.

Lega Nord sezione di Inveruno
Forze Popolari per Inveruno e Furato